Login:   
  Chi Siamo - Manifesto - Contatti - Link - Abbonamenti - Pubblicità  
 
Home Edizioni Regionali Edizioni Internazionali Movimento Multimdia Multimedia Negozio Negozio RSS RSS Cerca Cerca
EDITORIALE| Serbia| Kosovo| Albania| Croazia| Macedonia| Montenegro| Slovenia| Romania| Grecia| Ungheria| Bulgaria
Unione europea
 
Torna a edizione nazionale >  Home Balcani Balcani  > Serbia > Notizia Leggi articoli in lingua: Inglese Francese Serbo
 
 
Il difficile futuro di Belgrado, prigioniero di un’elefantiaca burocrazia interna, e del dominio di Washington e Bruxelles

Dove va la Serbia?

  commenti      
L'articolo qui riprodotto è in forma ridotta, per leggerlo integralmente prova il nostro sito per 30 giorni, oppure abbonati"
Clicca qui per provare il sito

Il governo serbo del primo ministro Mirko Cvetkovic non smette di ripetere d’aver scelto la via d’Unione Europea. Il presidente serbo Boris Tadic cerca d’imporre l’ingresso nell’Ue ad un Paese sull’orlo del disastro economico con circa 35 miliardi d’euro di debito estero su otto milioni d’abitanti, mentre l’ex Jugoslavia di Slobodan Milosevic aveva un debito estero di circa 12 miliardi d’euro, nonostante le sanzioni economiche e i bombardamenti. Invece di 400.000 nuovi posti di lavoro promessi dal presidente Tadic durante l’ultima campagna elettorale, la disoccupazione aumenta drasticamente. Secondo i sindacati serbi ogni 40 secondi un operaio serbo perde...
Articolo letto: 5490 volte (18 Febbraio 2011)




Nessuna notizia

Seguici anche su
 



Ultimi Video 
 
Notizie piú lette
 


 
 
Serbia Kosovo
 
 
  © rinascita soc. coop. ed. a r.l.
Direttore responsabile Ugo Gaudenzi

Iscrizione Tribunale di Roma n°16760 del 1 aprile 1977
Iscrizione Registro Operatori Comunicazione (ROC) n°18902

webmaster Nicolò Risitano